5 consigli nutrizionali per vivere meglio con la fibromialgia

13 giugno, 2018 , ,

Nel mio ultimo articolo sulla fibromialgia ho parlato dell’alimentazione a basso contenuto di FODMAP per aiutarvi a gestire meglio i sintomi gastrointestinali ad essa associati. Se questo tipo di alimentazione non fa per voi o se non soffrite di mal di pancia né di altri disturbi funzionali dell’intestino, ho qualche altro consiglio da darvi per aiutarvi a vivere meglio con la fibromialgia. Voglio sottolineare che questi consigli sono validi per tutti i membri della famiglia, e non soltanto per chi è affetto da fibromialgia.

Menu sana e equilibrata

1. Diminuite il consumo di zucchero e di edulcoranti

Sostituire lo zucchero con alcole di zucchero (ad esempio scegliendo delle bevande gassate diet) non è una soluzione valida. Un numero sempre maggiore di studi concordano nell’affermare che anche gli edulcoranti hanno degli effetti nefasti sul microbioma, sull’obesità ecc. Una scelta migliore consiste invece nel ridurre la quantità di zucchero e di edulcoranti che assumiamo quotidianamente. In fin dei conti è facile : ad esempio basta scegliere uno yogurt bianco al posto di uno yogurt aromatizzato, e ridurre di un quarto la quantità di zucchero nelle nostre ricette.

2. Preparate le pietanze a casa

healthy-cooking-cuisiner-saine

Cucinare utilizzando prodotti freschi e lavorati il meno possibile, e mangiare a casa con i propri cari : ecco una ricetta di sicuro successo. Potete anche preparare una quantità di cibo maggiore e metterla da parte nel congelatore, per avere qualcosa di pronto nei giorni in cui proprio non avete voglia di mettervi ai fornelli. Cucinando a casa con dei prodotti freschi evitate allo stesso tempo di utilizzare prodotti iper-lavorati !

3. Non assumete troppa caffeina

Quando si è stanchi si può essere tentati di bere uno, due e anche tre caffè… purtroppo non è una buona idea, visto che prima o poi la stanchezza tornerà a farsi sentire. Se vi sentite poco concentrati andate a fare quattro passi all’aria aperta, o fate qualche minuto di esercizio, piuttosto che versarvi un’altra tazzina di caffè.

4. Non limitate inutilmente la vostra alimentazione

Una rapida ricerca su Google ci permette di trovare decine di «diete» che promettono di risolvere tutti i nostri problemi, e potremmo essere tentati di provarle… ma dobbiamo sempre ricordare che se per noi un certo tipo di alimentazione non funziona, e se nel giro di qualche settimana non notiamo i cambiamenti desiderati, è meglio non continuare a seguirlo, soprattutto se è molto restrittivo.

La fibromialgia è spesso associata a carenze di vitamine e minerali. Tuttavia non è il caso di assumere vitamine, minerali o altri integratori in modo preventivo, a meno che non vengano prescritti dal medico. Un’alimentazione equilibrata, senza inutili restrizioni, dovrebbe bastare a soddisfare il vostro fabbisogno di vitamine e minerali.

5. Aggiungete dei colori nel vostro piatto

Un’alimentazione varia, colorata, ricca di frutta e verdura, di cereali integrali, di grassi buoni e di proteine vegetali non risolverà tutti i vostri problemi, ma di sicuro vi metterà nelle migliori condizioni per farlo !

Questi consigli dovrebbero essere integrati da qualche attività fisica, come il nuoto, la camminata veloce o lo yoga. Un altro obiettivo dovrebbe essere il raggiungimento del proprio peso forma, o quantomeno darsi da fare per raggiungerlo. In effetti gli studi dimostrano che perdere peso (quando ve ne è la necessità) può aiutare a migliorare i sintomi del dolore e della depressione e migliorare quindi la qualità della vita !


Fonti

The following two tabs change content below.

Autori

Jef L'Ecuyer

Jef L’Ecuyer

Registered Dietitian, RD at SOScuisine.com

Dt.P., Nutrizionista
Nutrizionista/dietista, membro dell’OPDQ e dei Dietisti del Canada, Jef propone una visione semplice, efficace e pratica riguardo la pianificazione dei pasti quotidiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *