Hiring EN

State assumendo la quantità ottimale di proteine ?

3 aprile, 2018 , ,

È senz’altro importante assumere la giusta quantità di proteine nel corso della giornata, ma bisogna anche cercare di assumerle nei momenti opportuni e nelle quantità adeguate. Tuttavia accade spesso che colazione e spuntini contengano una debole quantità di proteine, mentre i pasti ne contengano una quantità troppo elevata. Non si tratta certamente di una distribuzione ideale.


Le proteine svolgono diverse funzioni nell’organismo :

  • Procurano la sensazione di sazietà
  • Contribuiscono alla costruzione dei muscoli
  • Partecipano alla riparazione dei tessuti in seguito a ferite o a interventi chirurgici
  • Rinforzano il sistema immunitario e aiutano a prevenire le infezioni
  • Contribuiscono al mantenimento della massa muscolare durante un programma di perdita di peso
  • Permettono il rinnovamento di pelle, capelli e unghie
  • Favoriscono la crescita dei bambini e degli adolescenti, e lo sviluppo del feto

Fabbisogno di proteine

Nell’adulto il fabbisogno quotidiano di proteine è di circa 1 g/kg di peso corporeo. Negli adulti in età avanzata il fabbisogno aumenta a 1.2 g/kg di peso corporeo. Il fabbisogno proteico è più elevato anche per gli sportivi e per coloro che stanno seguendo un programma per perdere peso.

La distribuzione delle proteine

Se vogliamo assimilare tutte le proteine che assumiamo dobbiamo distribuirle correttamente nel corso della giornata. È consigliabile assumere all’incirca 20-30 grammi di proteine ad ogni pasto (per un totale di 3 pasti al giorno), oltre a uno, due o tre spuntini proteici (contenenti da 7 a 10 g circa di proteine) nel corso della giornata, a seconda delle proprie necessità. Questa distribuzione non permette solamente di assimilare meglio le proteine, ma contribuisce anche a raggiungere il senso di sazietà e a regolare l’appetito, a controllare meglio gli attacchi di fame e a mantenere stabile il proprio peso corporeo. Uno spuntino proteico si rende necessario soprattutto quando tra un pasto e l’altro trascorre un intervallo di oltre quattro ore.

Pagine: 1 2 3 Pagina successiva

The following two tabs change content below.

Autori

Kathryn Adel

Kathryn Adel

Kathryn è titolare di una laurea in kinesiologia e una in alimentazione, e di un master in alimentazione sportiva. È membro dell’OPDQ e dell’Academy of Nutrition and Dietetics. Atleta di mezzofondo, ha corso per la squadra olimpica di Montréal e il Rouge et Or. Kathryn è specializzata in alimentazione sportiva, perdita di peso, diabete, salute cardiovascolare e gastrointestinale.

Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *